AREA ANDREA

www.andreaterraneo.it

MEDA, Cronache dal Q.re POLO (Meda Sud) #dalTerritorio

MEDA, Cronache dal Q.re POLO (Meda Sud) #dalTerritorio

GLI ULTIMI GIORNI DELLA MIA ATTIVITA’ DA CONSIGLIERE COMUNALE SONO STATI DEDICATI TUTTI AD UNA SPECIFICA AREA DI INTERESSE: MEDA SUD (IL POLO).

I MOMENTI TRASCORSI CON I RAPPRESENTANTI DELL’ASSOCIAZIONE (ORGANO UFFICIALE) DI QUARTIERE E CON NUOVI ATTORI SULLA SCENA, MI HAN PORTATO ALLA CONOSCENZA DI ALCUNE PROBLEMATICHE CORRENTI … OLTRE CHE AD ESSER OCCASIONE PER DISCUTERE GLI ORIZZONTI FUTURI DELLA CITTA’

UN PICCOLO RIASSUNTO CHE RACCOGLIE SEGNALAZIONI, IDEE DA REALIZZARE E SFIDE DELL’INTERA CITTADINANZA LEGATE DA UN UNICO COMUNE DENOMINATORE: IL DECORO DEL TERRITORIO 

Il verde è uno dei maggiori problemi riscontrati nel Q.re Polo; non è una battaglia contro a, ma una serie di interventi da effettuare per migliorarne le condizioni. Dalla fila di piante che suddivide il campo da calcio della Parrocchia Madonna di Fatima dalla Scuola Primaria “Plesso Polo”, alla paradossale situazione riscontrata in Via Carnia, l’urgenza nasce dalla cattiva gestione di chi ci ha preceduto; capace di lasciare alcune situazioni al limite del paradosso. Questo lo registro nel fatto che molto spesso, una parte di cittadinanza lamenta alla classe politica di non realizzare aree verdi a sufficienza (N.B. l’Amministrazione Santambrogio ha approvato la realizzazione del Parco Inclusivo di Via Manzoni, 13.000 ettari, e nel 2020 ha stanziato fondi per la realizzazione del lotto mancante del Parco Beretta Molla situato proprio a Meda Sud) quando le esistenti spesso non sono tutelate e manutentate a dovere. L’esempio concreto sono le condizioni di un bel parchetto (non faraonico nelle dimensioni) come quello citato sopra esistente in Via Carnia sul quale mi sono recato sabato 20 ottobre 2018, accompagnato dalla Presidente dell’Associazione Q.re Polo Sig.ra VITTORINA OLIVI e da alcuni propri esponenti. Come segnalato già su Facebook, il parco pubblico regolarmente recintato si presenta in stato di generale incuria: manto erboso sofferente, rami secchi a terra o estremamente lunghi  i quali contribuiscono alla formazione di un cospicuo volume delle piante che necessitano d’urgente potatura (a Novembre avrà esecuzione l’ingente piano di cura del verde). Oltre alla componente Green l’area è divenuta nel tempo area fertile per la presenza di topi. Alcune trappole e pratiche di derattizzazione erette dai privati hanno migliorato questo aspetto, ma l’incuria è terreno di prolifera per queste specie. Segnalata e subito vista dall’Assessore di competenza, dal Sindaco e dal Dirigente d’area, la promessa è quella di ridare al quartiere un nuovo parco pubblico riqualificato.

Sempre in zona è prioritaria la messa in sicurezza della pista ciclabile che corre lungo la rampa d’accesso alla Superstrada Milano-Meda. Il ponte che permette ai pedoni e ai ciclisti di attraversare la ferrovia divisoria tra Meda ed il Polo spesso per distrazione viene imboccato dagli automobilisti. Colpa della scarsa illuminazione, colpa dell’ Ente Provincia Monza e Brianza che non decora l’area circostante avendone la competenza, colpa della scarsa attenzione dei conducenti, la rampa accessibile alla mobilità dolce deve esser assicurata tramite l’istallazione di componenti che rendano riconoscibile il divieto d’accesso ai veicoli a motore.

Altre segnalazioni per migliorie sono giunte per il Parco Beretta Molla, sul quale sono attive (e in corso di rinnovo) le politiche di cittadinanza attiva tra Comune ed associazione di Quartiere; proprio su una novità da presentare su questo teatro è andata in scena una serata in data giovedì 25 ottobre 2018 all’insegna del tema: AREA CANI SI/NO molto viva, partecipata ed anche discussa …

AREA CANI SI/NO: il percorso

Un’idea nata dalla cittadinanza

Tra le segnalazioni che mi sono giunte in questo anno di attività, una che mi ha appassionato molto, anche per via del mio vissuto (essendone proprietario), è stata la richiesta di realizzare un’area cani all’interno del quartiere Polo. C’era sempre stato un “pour parler” sull’argomento che nasceva e si esauriva in post, commenti lasciati sui social network locali, fino allo scorso luglio quando un gruppo di mamme di Meda Sud ha avviato una raccolta di firme (130) on-line al fine di farsi ascoltare. La richiesta è stata seguita da un incontro informale con il Sindaco a cui ha partecipato anche il neonato Movimento Animalista di Monza e Brianza nella figura della responsabile Sig.ra ZIZZA BARBARA. Da questo si è avviato un percorso per la costruzione del nuovo spazio all’interno del Quartiere.

Dati alla mano

Meda è un comune non aggiornato sulle disposizioni in materia: è assente il Regolamento comunale per il benessere degli animali e per una migliore convivenza con la collettività umana. Meda ha un’ area cani situata in Via San Giorgio, rivitalizzata (dopo anni di incuria) dall’Amministrazione Santambrogio che l’ha quasi completamente trasformata da semplice ad “attrezzata”: erigendo la recinzione protettiva ed inserendo lo spazio nel piano periodico di pulizia e sfalcio dell’erba (edizione 2018). Consultando la banca dati di ATS Brianza sezione “Anagrafe Canina“, sul territorio sono presenti 2.308 cani (si parla di quelli registrati con microchip) vien da se’ che realizzare area cani significa andar incontro ai bisogni di molte famiglie; per questo dopo il Polo toccherà individuare nell’area di Via Manzoni lo spazio per costruire il recinto per liberare gli animali

“AREA verde riservata ai CANI = area verde comunale, opportunamente recintata e segnalata mediante un cartello riportante la dicitura “AREA CANI” e le norme di comportamento da tenersi all’interno dell’area, ove è consentito l’accesso ai cani, anche non tenuti al guinzaglio e privi di museruola, purchè sotto la costante sorveglianza dei proprietari o conduttori che garantiscano il rispetto delle norme”

Politiche per L’area cani 

Per la realizzazione dell’area cani al q.re Polo si è deciso di seguire un’approccio differente – in linea con una rinnovata convinzione sulla tematica – rispetto al tempo in cui si realizzò quando fu l’area di Via San Giorgio. Innanzitutto si è individuato un partner con cui interfacciarsi per i consigli tecnici: Movimento Animalista di Monza e Brianza. Sulla scia della buona pratica di cittadinanza attiva, interpretata proprio dall’Associazione Q.re Polo nella custodia del lotto 1 del Parco Beretta Molla, si individuerà un “Proponente” che assieme alle autorità civili avrà il compito di cura, rigenerazione e gestione del bene comune. La figura di uno/più proponenti è decisiva nella realizzazione dell’area cani in quanto, con il massimo supporto delle autorità civili, esso avrà un ruolo attivo nella politica di zona: L’obiettivo del progetto sarà quello di creare un ambiente sicuro e pulito dove poter portare i cani. Sarà compito del gruppo affidatario mantenere l’attenzione viva sulle condizioni generali segnalando all’amministrazione comunale eventuali danneggiamenti o utilizzi impropri non in linea con il fine del luogo.

Con il Movimento Animalista di Monza e Brianza è poi allo studio un percorso che vada oltre la sola area cani di Meda Sud; ritornando al discorso fatto precedentemente in cui si è affermato lo stato di arretratezza del Comune sulle disposizioni in materia, si è pensato di realizzare un progetto di “BUONI COMPORTAMENTI” a cui sottoporre i proprietari di cani per ridurre le cattive abitudini

Perché al PARCO BERETTA MOLLA

Tra le diverse aree verdi presenti nel quartiere Polo, le concomitanze e le condizioni hanno fatto ricadere la scelta sul PARCO BERETTA MOLLA quale territorio ideale per erigere l’Area Cani. Innanzitutto perché il maestoso ambiente naturale ha una posizione comoda per tutti trovandosi al centro del quartiere. Gli altri due parchetti presi sotto esame erano il – da riqualificare – Parco di Via Carnia e il – nuovo – Parco di Via Ferrara si trovano infatti agli estremi di Meda Sud, tra loro infatti vi è una distanza di 1,7 km risultando così scomodi da raggiungere e rischiando di generare altro traffico passivo. La conformazione morfologica del Parco Beretta Molla è più incline alla costruzione di un’area cani in quanto pianeggiante rispetto alla tortuosità del Parco Ferrara. La realizzazione dell’ambiente canino andrebbe poi facilmente a conciliarsi con la realizzazione del completamente del Parco Beretta Molla prevista per il 2020; l’area cani andrebbe ad anticipare le opere, non ad escludere! Infine il Parco di Via Carnia, avente a ridosso case ed attività commerciali, è sotto visione per altri progetti e quindi destinato ad una diversa destinazione.

Incontro Pubblico Presentazione progetto AREA CANI Meda Sud

Da giugno 2017 ricopro su preferenza dei miei concittadini il compito di CONSIGLIERE COMUNALE per la Città di MEDA

PER SEGNALAZIONI E IDEE Non esitare a contattarmi  qui:

consigliere.terraneo@comune.meda.it

 

Condividi questo post sui tuoi Social

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto