ELEZIONI MEDA 2017, SPORT: GIOVANI E NON SOLO …

No Comments

di: ANDREA TERRANEO

(MEDA-SPORT). INSEGNAMENTI, PICCOLI E GRANDI EVENTI, INFRASTRUTTURE SONO I CONCETTI ALLA BASE DEL NOSTRO PROGETTO SPORTIVO. IN POLITICA NESSUNA TEMATICA E’ TRASVERSALE QUANTO E’ LO SPORT, UNA DISCIPLINA CHE VOGLIAMO INTENDERE COME FILOSOFIA AL FINE DI CREARE UN CITTADINO MIGLIORE

Ogni 4 anni al termine delle OLIMPIADI spesso nei programmi di informazione si sente quale commento ai risultati ottenuti nella manifestazione la frase: “LO SPORT COME CARTINA TORNASOLE DEL BENESSERE DI UN PAESE”

Partendo dal riecheggio che questa frase lascia ho elaborato come l’ ATTIVITA’ SPORTIVA sia inequivocabilmente un elemento fondamentale per definire una BUONA POLITICA, facendo un passaggio successivo …

 

Essendo un medio-piccolo comune italiano dobbiamo aver l’obiettivo di rispettare le eccellenze sportive del territorio, cercando di generare nuovi campioni – vive in noi il sogno di abbracciare un nuovo IGOR CASSINA in città – e creare realtà portatrici di risultati. Questo però, non deve esser il mantra della nostra realtà; IL FRUTTO DI UN’OTTIMA POLITICA COMUNALE DOVRA’ ESSER RAPPRESENTATO DALLA REALIZZAZIONE DI UN CITTADINO MIGLIORE PER IL DOMANI

FOTOGRAFIA DELL’ESISTENTE:

Oggi il tessuto sportivo medese è fervente! Il nostro comune è uno dei più impegnati nel campo dell’intera zona: abbiamo la fortuna di ospitare OLTRE 30 ASSOCIAZIONI SPORTIVE che coprono la vasta gamma dell’offerta disciplinare che permette il mondo dello sport. L’impegno di questi volontari permette infatti, l’insegnamento, l’organizzazione e la pratica di diverse attività sportive; si va dalle realtà più diffuse: calcio, ciclismo, basket, volley ma vi è un consistente impegno anche negli sport meno noti: tiro con l’arco, badminton, bocce, arti marziali ecc. In paese poi vi è l’eccellenza della Ginnastica Meda, società pluri campione d’Italia. Oltre alla materia umana, MEDA e’ ottimamente fornita sotto l’aspetto infrastrutturale; locali di palestre pubbliche e private, il centro sportivo di Via Icmesa, attività imprenditoriali dedicate al genere regalano ampi spazi per praticare lo sport. Il nostro comune poi per morfologia presenta caratteristiche ambientali che permettono diverse attività outdoor – all’esterno – ciclismo, podismo su tutte, che vanno a sommare i praticanti per diletto ai tesserati alle associazioni.

UN APPROCCIO DIVERSO ALLO SPORT
POLITICA SPORTIVA NON FINE ALLA REALIZZAZIONE DI UN CITTADINO IL CUI NOME E’ PRONTO PER ESSER ISCRITTO A QUALCHE ALBO D’ORO DISCIPLINARE – ammetto da tifoso: se succede, ben venga! – MA, UNA FILOSOFIA SPINTA AD UTILIZZARE L’AMBITO E LA CULTURA SPORTIVA AL FINE DI REALIZZARE IL CITTADINO MODELLO PER IL FUTURO DELLA COMUNITA’

Lo SPORT e’ uno strumento democratico, affascinante e comune a tutti; un’attività che può esser praticata in diversi ambiti: apposite infrastrutture, scuola, parrocchia. Dalle maggiori manifestazioni mondiali ai piccoli tornei oratoriali, lo SPORT è uno strumento di unità che attraverso i suoi valori forgia un’intera comunità:

LO SPORT:

  • INCLUDE = “TUTTI” nel 2017 possono avvicinarsi alla pratica sportiva; ognuno può scegliere democraticamente quale attività perseguire
  • EDUCA = la disciplina sportiva si unisce all’educazione insegnata dalla famiglia e ai valori della società occidentale nella formazione dell’individuo. “Un cittadino che fa sport è un cittadino migliore”
  • RIVITALIZZA = una comunità che fa sport è una comunità che sta meglio. Praticare sport è una valvola di sfogo per la persona che a seguito dello sforzo sta meglio con se stessa e con gli altri
  • SOCIALITA’ = se ne parla, si fa cultura e fa da polo aggregativo fra compagni di squadra
#MEDASPORT : SINERGIA TRA COMPONENTI

1. INSEGNAMENTI E AVVIAMENTO ALLO SPORT

PREMESSA: SPORT E SCUOLA DEVONO GARANTIRE UN’ASSET SEMPRE PIU’ COESO  NELL’EDUCAZIONE DEI PIU’ PICCOLI

Lo Sport deve esser una materia paritetica alle discipline classiche e scientifiche all’interno dell’educazione scolastica. Deve esserlo per le proprietà culturali, sociali e storiche che lo sport ha intrinseche a se stesso

Occorre una trasmigrazione in ambito bidirezionale: se infatti è fondamentale incrementare la conoscenza sportiva all’interno delle ore didattiche – penso ad incontri e spazi a tema – e’ altrettanto importante portare gli alunni sul campo, nel terreno di gioco quindi palestra, piscina, ciclodromo, atletica, tiro con l’arco ecc. Questo percorso (esistente ma migliorabile a Meda e sperimentato dal sottoscritto nella mia formazione scolastica) darà due risultati:

  • CONOSCENZA OLTRE CORDA, PERTICA E QUADRO SVEDESE DELLE ATTIVITA’ SPORTIVE DA PARTE DEGLI ALUNNI, IMPARATE DURANTE LE ORE SCOLASTICHE

  • CREARE UN NUOVO CANALE PER FAVORIRE UN RICAMBIO GENERAZIONALE PORTANDO LINFA GIOVANE ALL’INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE PRESENTI ED ATTIVE SUL TERRITORIO

Attività scolastica maggiormente votata allo sport importante anche per ovviare il problema del costo dell’attività sportiva; non ci nascondiamo: PRATICARE SPORT SIGNIFICA FAR UN’ESBORSO ECONOMICO – visita medica per idoneità, assicurazione, quota di iscrizione alla società, tessera C.O.N.I, abbigliamento e attrezzature tecniche – Occorre pertanto, laddove non si riesce ad intervenire con l’usufrutto delle ore scolastiche, lavorare per il potenziamento e la riattivazione della “DOTE SPORT”: un incentivo economico ai minori residenti sul territorio comunale che praticano sport in un’associazione presente nel comune

2. PICCOLI EVENTI

PER PICCOLI EVENTI SI INTENDONO QUELLE MANIFESTAZIONI – GIORNATE REALIZZATE DA ASSOCIAZIONI E PRIVATI CITTADINI NON ISCRITTI AD ESSE CHE HANNO COME PROTAGONISTA ASSOLUTO LO SPORT PRATICATO DA ATLETI E NON SU TERRITORIO COMUNALE. PER ESSI IL COMUNE DEVE AGIRE PATROCINANDO E SUPPORTANDO – ORGANIZZAZIONE, VELOCIZZAZIONE DELLE PRATICHE BUROCRATICHE E CAMPAGNA INFORMATIVA – L’EVENTO

ALCUNI ESEMPI:

  • FESTA DELLO SPORT
  • SERATA ESTIVA DEDICATA ALLA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA STAGIONE SPORTIVA
  • GIORNATE NEGLI IMPIANTI SPORTIVI E VICEVERSA: SCUOLA-SPORT
3. GRANDI EVENTI

INVESTIRE IN AMBITO SPORTIVO PER OTTENERE UN AMPIO RITORNO DI IMMAGINE PER IL PAESE

E’ un tasto dolente essendo un periodo in cui le priorità sono altre, me ne rendo conto: ma l’idea è anche questa e coinvolgendo i privati si potrebbe anche ridurre la spesa: investiamo per organizzare alcune manifestazioni in città per ottenere anche un ritorno di immagine per il comune stesso come è già stato in passato.

Non solo grandi spese per grandi eventi, sarebbe dal sapore LOW-COST per esempio organizzare questo tipo di incontri:

  • sempre per il discorso SCUOLA-SPORT: attrarre in paese testimonial sportivi che raccontino le loro esperienze alla cittadinanza. Quindi: campioni olimpionici da ammirare e trarre ispirazione ma anche campioni che con lo sport hanno avuto delle disavventure, penso ai redenti del doping oggi molto impegnati nel raccontare i loro sbagli nelle scuole.
  • Usiamo la #MEDATECA come location di un evento bellissimo: LA FIERA DEL LIBRO SPORTIVO
4. INFRASTRUTTURE:
SPORT PER TUTTI, CONSULTA ORGANIZZATIVA
E “CITTADELLA DELLO SPORT”
PUNTO FONDAMENTALE: OCCORRE RIQUALIFICARE L’ESISTENTE, CREARE DEL NUOVO MA SU TUTTO, PERMETTERE A TUTTI DI FARE SPORT QUINDI BISOGNA TENER CONTO NELLE OPERE DI AMMODERNAMENTO ANCHE DELLE ESIGENZE DEI PORTATORI DI DISABILITA’

 

Precedentemente ho già scritto di come il tessuto edilizio del territorio presenti diverse aree dedite allo svolgimento dello sport. Si possono praticare attività indoor in spazi del comune e in imprese private del settore. Non possiamo lamentarci nemmeno delle caratteristiche morfologiche naturali medesi. Le ampie aree verdi permettono infatti la pratica di molte attività sportive outdoor. Entrambi i comparti però hanno in comune l’obbligo di una RESTAURAZIONE DELL’ESISTENTE e della CREAZIONE PER IMPLEMENTARE IL GIA’ PRESENTE

ABBIAMO IN PROGRAMMA:

  • e’ da impostare una separazione tra la gestione dei campi sportivi e quella dei palazzetti; in particolare per i primi è da valutare una diversa forma di gestione che possa prevedere la partecipazione diretta delle società che fruiscono degli impianti in quanto più attente e pronte a soddisfare le esigenze di essi
  • vanno riviste le tariffe di accesso ed utilizzo degli impianti sportivi
 NOVITA’:
“CITTADELLA DELLO SPORT”

E’ importante fornire alla cittadinanza la possibilità di avere un punto di riferimento dove praticare sport. Trovo inadeguato che il medese abbia come punto focale per dilettarsi nell’attività sportiva il PARCO DELLA PORADA a Seregno. Dobbiamo incentivare il cittadino a vivere di più la sua città, fornendogli anche lo strumento per vivere lo sport all’interno dei propri confini. Da questa massima ecco l’idea di trasformare l’esistente CENTRO SPORTIVO DI VIA ICMESA nella futura “CITTADELLA DELLO SPORT COMUNALE”

La trasformazione può avvenire attraverso pochi interventi, ecco quali sono:

“CONSULTA SPORTIVA ORGANIZZATIVA”

E’ da valutare l’ipotesi di costituzione di una “consulta sportiva organizzativa” che possa mettere in rete le associazioni sportive presenti sul territorio, delegati del CONI, CSI e CSEN, varie Federazioni Sportive, gli istituti scolastici e l’Amministrazione comunale per studiare un progetto interdisciplinare che coinvolga i giovani, per praticare e studiare il valore educativo dello sport

fare sport deve esser un diritto di tutti senza alcuna distinzione di genere e fisica. essendo portatore di valori educativi e sociali ed essendo veicolo di benessere e di inclusione; e’ compito dell’amministrazione investire per permettere a tutti di avvicinarsi a questo mondo cominciando da un asset rafforzato con le scuole. applicare un forte politica etico-sportiva permettera’ la nascita di una comunita’ migliore basata su un cittadino modello formato dai valori universali della disciplina sportiva.

ANDREA TERRANEO

#ELEZIONIMEDA2017

#SANTAMBROGIOSINDACO

#SCRIVIANDREATERRANEO

ELEZIONI MEDA 2017: IL CENTRODESTRA E’ UNITO!

3 Comments
Ventitré anni dopo il primo esperimento nazionale, anche per Meda e’ giunto il tempo di vedere “finalmente” le forze politiche di destra unite e cooperanti nell’intento di riconquistare il governo del Paese, in passato oggetto di dure contese. Il merito, di LUCA SANTAMBROGIO. L’ideatore della Medateca il prossimo 11 giugno 2017 sarà il primo storico candidato sindaco della coalizione.

Eravamo considerati l’anomalia della Brianza.

Meda, dagli albori della Seconda Repubblica fino al 2012, fu sempre governata da forze di destra, le quali, in controtendenza con le politiche nazionali, avevano la consuetudine di farsi la guerra fra di loro; spesso il ballottaggio vedeva contrapposti i candidati sindaco della Lega Nord a quello di Forza Italia e/o Alleanza Nazionale (con la sinistra comunale relegata al ruolo di giudice spesso decisivo). Con la caduta prima e la decadenza successiva di Silvio Berlusconi, artefice delle coalizioni nazionali (Polo delle Libertà, Casa delle Libertà e Polo delle Libertà), sembrava definitivamente tramontata l’idea di vedere alla guida della Città la miglior proposta di Governo vista in Italia negli ultimi 25 anni. Le complicanze erano spesso derivate da antipatie personali e rapporti poco idilliaci fra i vecchi esponenti di spicco di questi partiti nella nostra realtà territoriale; oggi però: un nome ha trovato il consenso delle tre forze appartenenti alla Destra Italiana presenti a Meda, riuscendo finalmente a portar a termine un progetto politico che rappresenta la vera NOVITA‘ della prossima tornata elettorale.

Riassumendo in forma chiara:

LUCA SANTAMBROGIO ha ottenuto ufficialmente dalla coalizione di centrodestra rappresentata dai partiti: LEGA NORD, FORZA ITALIA e FRATELLI D’ITALIA; la nomination ad esser il candidato sindaco alla tornata amministrativa, indetta il prossimo 11 giugno 2017, che vedrà protagonista la città di Meda.

ROMA, nel 2016, ma ancor prima nella Nostra MEDA nel 2012 quando il triplice spezzettamento della Destra comunale regalò di fatto la vittoria all’attuale sindaco Gianni Caimi (PD), hanno dimostrato come le divisioni interne alla coalizione (che fu in grado di guidare l’Italia ininterrottamente per un’intera legislatura 2001-06, cosa mai riuscita alla Sinistra nelle occasioni in cui vinse a livello Nazionale) vanno a tramutarsi spesso in sconfitte elettorali, rocambolesche e difficili da digerire.

LUCA SANTAMBROGIO è oggi il punto di partenza ed il punto di arrivo di questo progetto.

Da oltre 10 anni è presente con il ruolo di protagonista attivo sulla scena della politica medese. Con esperienze alle spalle da Assessore Comunale, Luca lega il suo nome al progetto migliore realizzato in città, la MEDATECA, un progetto avveniristico per la città. Un polo culturale d’eccellenza che nel 2012 contava 6.068 iscritti e che oggi ha ampliato di nemmeno 500 unità il numero, in 5 anni di giunta Pd, praticamente risultati da chi ha a disposizione una F1 e la fa condurre da un neo-patentato. MEDATECA ciliegina sulla torta di scelte politiche che l’hanno fatto apprezzare nella comunità tanto da far vociferare di una sua candidatura alla poltrona più alta della città già nella scorsa tornata elettorale. Proprio la carriera, breve ma intensa  (Luca è giovanissimo politicamente) rappresenta il miglior biglietto da visita per il primo storico candidato del centrodestra unito medese.

Divisioni passate, che oggi appaiono più datate per via delle collaborazioni che i tre partiti hanno già avuto in passato, con risultati dimostrati dalle ultime tornate elettorali, le quali se analizzate raccontano come gli abitanti di Meda premino sempre l’offerta dei partiti di destra, dall’ultimo referendum svolto lo scorso 4 dicembre fino alle elezioni europee del 2014, dove nel territorio si è assisto ad un pareggio tra le forze opposte nonostante l’effetto Renzi ed il 40% a livello nazionale raggiunto dal PD. L’incognita di questi dati è dovuta dalla NON presenza del M5S a livello comunale.

Risultati: ELEZIONI POLITICHE 2013: CAMERA E SENATO. IL RISULTATO DI MEDA PERMETTE AL CDX DI SILVIO BERLUSCONI DI OTTENERE UNA VITTORIA SCHIACCIANTE SULLA SINISTRA BERSANIANA. LA VITTORIA SARA’ CHIAVE PER IL RISULTATO LOMBARDO A SUA VOLTA DECISIVO NEL CONTEGGIO NAZIONALE. IL PD ARRIVA PRIMO IN ITALIA MA NON HA I NUMERI PER FORMARE UN GOVERNO
Risultati: ELEZIONI REGIONALI 2013. MARONI SEGRETARIO DELLA LEGA NORD VIENE ELETTO PRESIDENTE DELLA REGIONE LOMBARDIA E IL CDX A MEDA SUPERA LA SOGLIA DEL 50%
Risultati: ELEZIONI EUROPEE 2014. A MEDA L’EFFETTO RENZI NON SI SENTE: IL PD AUMENTA IL CONSENSO MA IL CDX RAGGIUNGE UN RISULTATO DI PARITA’ MENTRE A LIVELLO NAZIONALE ACCUSA -13 PUNTI PERCENTUALI
IL NO TRIONFA A MEDA. LEGA NORD, FRATELLI D’ITALIA E FORZA ITALIA SONO DECISIVE NELLA VITTORIA DEL FRONTE DEL NO
ANDREA TERRANEO
per LUCA SANTAMBROGIO SINDACO

GRAZIE AI COMMERCIANTI MEDESI

Ieri, sabato 1 Aprile 2017, nel nostro paese ha cominciato a spuntare il primo germoglio di futuro.

Alcuni COMMERCIANTI, ubicati nei pressi della Piazza Municipio, hanno esposto sul suolo pubblico, lastricato, alcune sedie e tavolini coperti da un utile (per i mesi avvenire) ombrellone.
Pochi centimetri cubi, (pochi centimetri cubi che valgono molto), portatori di sana novità.
Lazzate, Seregno, Lentate, Cesano, paesi limitrofi ma fino ieri distanti per la possibilità di degustare un caffè, un aperitivo, seduti nella piazza della propria città. Benissimo: da ieri, è possibile pure farlo nella piazza principale della città di Meda. Questa, ripeto: NOVITA’, è a carico dei commercianti che pagano per l’esposizione di questo “salottino” a cielo aperto.
Questa novità, non ha riscosso l’unanimità di consenso e ha dominato la discussione social sul seguitissimo gruppo Facebook: “Sei di Meda se”. La cittadinanza si è trovata divisa sulla questione.
Tengo a precisare con un punto la mia posizione:

“PENSO CHE VADA FATTO UN TRIPLO PLAUSO ALL’INIZIATIVA DEI COMMERCIANTI DI ZONA. IL PRIMO E’ PER LA NOVITA’. IL SECONDO E’ PER LA SCELTA DEGLI ARREDI: COMODI, CROMATICAMENTE CONTESTUALIZZATI, PIACEVOLI. IL TERZO ED IL PIU’ IMPORTANTE E’ PER LA LEZIONE. NONOSTANTE DANNI AL FATTURATO DOVUTI ALL’ASSENZA DI PARCHEGGI ED ALLA CHIUSURA DELLA PIAZZA QUANDO VENNE RISTRUTTURATA, I COMMERCIANTI DI TASCA LORO, HANNO DECISO DI INVESTIRE PER DARE UN SERVIZIO DI BENESSERE AI CITTADINI MEDESI E NON”

Inoltre voglio aggiungere che i commercianti (che oggi pagano il massimo delle tasse comunali) rappresentano una componente primaria per rilanciare l’immagine e il nome del nostro Paese;

BEN VENGANO QUESTE INIZIATIVE ….

 

 

IL MIO ESORDIO

Prima di cominciare: eliminiamo subito la formalità, il politichese ed il politicamente corretto da questa pagina.

 

Questo è lo spazio di ANDREA, una pagina pensata come piattaforma digitale dove buttar giù delle idee; idee che parallelamente proseguiranno il percorso della prossima campagna elettorale; periodo nella quale Voi Cittadini sarete chiamati ad esprimere la vostra preferenza, la quale segnerà il futuro del Vostro, Nostro Paese.

 
Perdono, non Ti Ho ancora salutato:
 
CIAO !
 
Come detto in precedenza, ufficialmente il 29 Marzo 2017, il Ministro dell’Interno: MARCO MINNITI ha indetto “Le consultazioni per l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali” per il prossimo 11 Giugno 2017, con eventuale turno di Ballottaggio a seguire dei soliti 15 giorni canonici, il 25 Giugno 2017.
 
Da qui alla data scelta, di acqua sotto i ponti ne scorrerà molta, e la voglia di raggiungere le mete estive sarà altissima,
 
però come da più di 70 anni a questa parte, il richiamo delle Urne sono sicuro si farà sentire.
 
La voce più forte per alimentare questo suono dovrà esser quello degli attori delle forze politiche che si andranno a sfidare. Inutile dire che la campagna elettorale sarà all’insegna della pacatezza e del garbo, mentiremmo ai cittadini e piuttosto che ai seggi gli faremmo da subito venire l’idea di farsi un week-end al mare o in montagna (sempre per chi può. Purtroppo, ringraziando le politiche comunitarie e del governo centrale, via via il rituale della tintarella è sempre più divenuto un lusso per il comune cittadino)
Nei prossimi mesi ci sentirete discutere, ci leggerete sui social confrontarci. …Quando ci saranno da alzare i toni, lo faremo; sarà giusto così! perché che sia di destra o che sia di sinistra, chi ci metterà la faccia: lo farà in virtù dell’ Amore Per Meda!
Insieme renderemo l’11 giugno 2017, un nuovo Trionfo della Democrazia.
Quella che andrà a concludersi, sarà ricordata quale la “Legislatura del Voto in piu'” … Gianni Caimi, pensionato prestato alla Politica, ha guidato il paese negli ultimi 5 anni. E’ stato eletto nel 2012 con una giunta di Centro-Sinistra grazie “al singolare” voto di scarto sul leghista Giorgio Taveggia, ex sindaco plurimandatario. Taveggia ha pero’ aggiunto al suo curriculum da sindaco medese ancora un altro periodo in questi anni … La storia e il peso degli eventi è stata scritta da vari giudici che dopo un ping pong di sentenze hanno deciso in ultima sede del Consiglio di Stato di mandatare l’incarico all’attuale sindaco Caimi.
Il sindaco partito da un’alleanza di matrice Pisapiana, ha deciso poi di seguire una nuova moda: stringendo accordi impliciti con l’esistenze NCD (da parte del PDL cittadino) sul territorio;
Piccoli Renzi e Alfani Brianzoli.
Premettendo che nella mia vita ho sempre votato il Presidente Silvio Berlusconi, negli ultimi anni sono stato folgorato dal carisma e dalla forza di Donald Trump, di cui condivido una grossa fetta dei suoi pensieri.
Ho così deciso di seguire a livello italiano chi oggi ha abbracciato le sue politiche; le quali tra l’altro con le dovute misure; sono molto attuali e applicabili alla realtà medese:
  • Asse con la Russia = Favorirebbe l’esportazione e il commercio delle ditte, che dire ditte: ECCELLENZE presenti sul nostro territorio
  • Sicurezza = solo il 3% della spesa di bilancio 2017, è stanziato per la sicurezza dei cittadini. Pochissimo! tanto è che gli abitanti devono organizzarsi in vere e proprie squadre di volontari per proteggere se stessi e gli altri
  • Immigrazione = Nessun muro! Sono contrario all’ospitalità concessa ai non rifugiati e sposo al 100 % la linea intrapresa dal nostro vicino Sindaco di Seregno Edoardo Mazza sulla questione “Daspo Cittadino”
 
Certo Trump è una cosa assai grande; però nessun politico negli ultimi anni ha stretto un rapporto così forte con il popolo; e per questo nel bene e nel male: è l’ultimo vento di cambiamento soffiato nella politica.
 
  1. CAMBIAMENTO
  2. FUTURO
  3. PERSONA
 
Sono le tre cose che oggi mi hanno spinto a partecipare alla partita per il futuro della nostra/Vostra Città
 
Oltre a queste ho molti progetti per MEDA ma ve li voglio presentare passo per passo …
 
a cominciare da chi è il sottoscritto ….
 
Grazie
Andrea Terraneo